L’arrivo di un cane è sempre un’esperienza meravigliosa.
Se poi si stratta del cucciolo che abbiamo tanto desiderato per anni, che abbiamo scelto dalla cucciolata settimane prima e che stiamo aspettando con ansia di portare a casa è anche più elettrizzante!

Ci sono però delle regole importanti da prendere in considerazione per assicurarci che il cane, crescendo, non prenda brutti vizi difficili da correggere in età adulta. Questi, non sono altro che i più famosi errori di un proprietario alle prime armi, vediamo quindi insieme quali sono e impariamo ad evitarli!

Errori da NON commettere per crescere un cucciolo educato:

 

    • Giocare con le mani

      Inizialmente può sembrare un atteggiamento simpatico, ma con quei dentini affilati non appena il morso sarà più pesante non sarà poi così divertente!

      Insegniamo al cane a giocare da subito con gli oggetti corretti, cioè quelli che acquisteremo apposta per lui. Evitiamo di incentivare questo comportamento correggendolo ogni volta che tenterà di morderci per poi, una volta interrotta l’azione, riportarlo sul suo giocattolo.

    • Lasciare a sua disposizione oggetti inadatti
      Il cucciolo esplora il mondo con la bocca. Inoltre, dal 4° all’11° mese di vita, andrà in contro alla caduta dei denti da latte e crescita di quelli definitivi, fase che lo porterà a rosicchiare qualunque cosa gli capiti a tiro, con possibili conseguenze anche molto gravi per la sua salute. Una volta arrivato a casa non sarà in grado di capire cosa può e cosa non può masticare, così come non saprà con quali oggetti potrà e non potrà giocare, quindi dovremo fare molta attenzione a ciò che lasceremo alla sua portata ricordandoci che: se lo può raggiungere lo può anche distruggere!

 

    • Non abituarlo da subito a indossare il collarino
      È molto importante fargli conoscere fin da subito gli strumenti di conduzione che useremo per portarlo a passeggio e, soprattutto, dovremo fare in modo che li associ appena possibile a qualcosa di positivo. È possibile che il cucciolo, non sapendo di cosa si tratta, non li sopporti particolarmente addosso, li trovi fastidiosi e cerchi di toglierseli. È importante non demordere e piuttosto abituarlo a tenere il collare anche in casa. Ovviamente, è anche sconsigliato incentivarlo a giocarci, proprio per evitare che durante la passeggiata si attacchi al guinzaglio e cominci a tirarlo.

 

    • Abituarlo esclusivamente all’utilizzo della traversina
      La traversina può sembrare uno strumento utile nelle fasi iniziali della vita del cane per vari motivi: la vescica e il tratto gastrointestinale sono ridotti e non contengono tanti “bisognini”; non ha ancora completa gestione degli sfinteri; si emoziona molto facilmente; non ha ancora capito dove è giusto fare pipì e pupù. Dall’altro lato, è molto più importante che impari a sporcare fuori casa, ciò nel luogo corretto dove fare i propri bisogni! Come fare a insegnarglielo? I metodi sono diversi ma per iniziare è sicuramente utile premiarlo ogni qualvolta gli capiti di farla fuori durante la passeggiata, quindi, bocconcini alla mano e una buona dose di complimenti al cucciolo educato!

 

    • Usare la scusa “Siccome è piccolo posso tenerlo in braccio!”
      Vero, soprattutto se da adulto diventerà un cane di taglia grande, ma sempre senza esagerare oppure non riusciremo a crescere un cucciolo educato!
      Per esempio, durante la passeggiata, evitiamo di sollevarlo ogni volta che non vorrà camminare o ci ritroveremo con un cane che non passeggerà mai volentieri. Facendo in questo modo capirà che se fermandosi ottiene proprio ciò che vuole, cioè essere preso in braccio, e si fermerà in continuazione.
  • Non permettergli di conoscere altri cani
    Per legge un cane non può essere acquistato prima dei 60 giorni di vita, periodo che corrisponde alla fine della fase di socializzazione intraspecifica del cucciolo. Questa fase è molto delicata per la sua crescita psicologica perché, se sfruttata al meglio, gli consentirà di essere un cane equilibrato e di rapportarsi correttamente con gli altri soggetti una volta adulto. Qual è l’errore commesso maggiormente? Impedirgli di socializzare con altri soggetti appena arrivato a casa: un po’ per timore, un po’ perché non ha ancora terminato i vaccini e un po’ perché i veterinari lo sconsigliano, ma è importantissimo che lo faccia proprio in questo periodo della sua crescita! Come risolvere? Affidandosi a un educatore cinofilo che, attraverso delle classi di socializzazione per cuccioli (anche dette Puppy Class), sappia gestire correttamente l’interazione e possa scegliere altri cani sani ed equilibrati con i quali farlo approcciare.

Che cosa possiamo fare per crescere un cucciolo ben educato?

Sicuramente evitare tutti gli errori descritti sopra, ma anche essere molto chiari nelle richieste è di grande aiuto. È importante ricordare che i cani non hanno mezze misure, per loro una cosa è giusta oppure è sbagliata, perciò per essere certi di non confondere il cucciolo dovremo essere ben decisi su cosa vogliamo o non vogliamo da lui, solo in questo modo non commetterà errori! Per esempio, se non vogliamo che salga sul divano non dovremo mai permetterglielo, se glielo lasceremo fare anche solo una volta non avrà più chiaro come comportarsi.
Il cucciolo è molto intelligente, ma dobbiamo imparare ad approcciarci correttamente per ottenere il cane adulto che abbiamo sempre sognato!

Per maggiori info: 342 800 39 49

orari: 9.30-13.00 / 14.30-18.00

segreteria@playdog.info

Contattaci, siamo sempre a tua disposizione.

Per maggiori info:

342 800 39 49
orari: 9.30-13.00 / 14.30-18.00

segreteria@playdog.info

Contattaci, siamo sempre a tua disposizione.